Comunicato

Interconnessione rete elettrica isola di Capri alla rete elettrica nazionale

23 luglio 2019

Il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 14 febbraio 2017 ha definito le disposizioni per la progressiva copertura del fabbisogno delle isole non interconnesse attraverso energia da fonti rinnovabili assegnando all'Autorità il compito di definire le modalità di remunerazione degli interventi e di utilizzo dell'energia elettrica e termica prodotte nel rispetto dei principi ivi richiamati. L'Autorità, con la deliberazione 558/2018/R/efr, ha pertanto dato seguito a quanto precedentemente descritto definendo la remunerazione dell'energia elettrica e termica prodotte da fonti rinnovabili nelle isole non interconnesse.

L'articolo 4, comma 4, del decreto ministeriale 14 febbraio 2017 prevede, inoltre, che nel caso in cui una delle predette isole sia interconnessa alla rete elettrica nazionale, la remunerazione prevista dal medesimo decreto ministeriale 14 febbraio 2017 è riconosciuta limitatamente agli impianti che entrano in esercizio entro due anni dalla data dell'interconnessione, comunicata da Terna S.p.A. all'Autorità.

Con riferimento all'isola di Capri, si evidenzia che Terna S.p.A. ha comunicato all'Autorità che la medesima isola di Capri è stata interconnessa alla rete elettrica nazionale in data 27 giugno 2017 per effetto dell'entrata in esercizio del collegamento 150 kV Nova SE Capri - CP Torre Annunziata (detto anche collegamento 150 kV Capri - Torre Centro).

Pertanto, si precisa che la remunerazione per l'energia elettrica e termica prodotta da fonti rinnovabili disponibili localmente nel caso degli impianti realizzati nell'isola di Capri può essere riconosciuta solo con riferimento agli impianti entrati in esercizio nel periodo compreso tra il 15 novembre 2018 (giorno successivo alla data di entrata in vigore della deliberazione 558/2018/R/efr e il 27 giugno 2019 (decorsi due anni dalla data di entrata in esercizio del collegamento Capri-Torre Centro).