Documenti collegati

Atti

Nota stampa

Avviata la semplificazione e la razionalizzazione degli obblighi di comunicazione dei dati

In caso di particolari inadempienze sospese le erogazioni da parte della CCSE

Milano, 14 febbraio 2012

Semplificare e razionalizzare gli obblighi per gli operatori di comunicare dati e informazioni necessari allo svolgimento delle funzioni e dei compiti istituzionali dell'Autorità per l'energia. E' con questo obiettivo che il Regolatore ha avviato un procedimento (delibera 41/2012/A/com) per l'adozione -entro il termine massimo di 120 giorni- di provvedimenti organici di razionalizzazione delle richieste di dati, attraverso un percorso condiviso di ricognizione e  verifica della natura e dell'entità degli adempimenti richiesti, coinvolgendo tutti i soggetti interessati in gruppi di lavoro e specifiche audizioni.

La decisione dell'Autorità è legata all'aumento delle richieste di informazioni di natura tecnica, economica e contabile per effetto dell'evoluzione della regolazione e delle nuove esigenze conoscitive e di approfondimento, cui si aggiungono e talvolta sovrappongono quelle di tipo statistico e/o amministrativo da parte di altri Enti e istituzioni anche europee.

Nel frattempo, in caso di mancato invio di informazioni particolarmente rilevanti ai fini di una corretta regolazione tariffaria, per evitare ricadute negative su altri operatori o sui consumatori, con la delibera 36/2012/E/com, è stata prevista la sospensione dell'erogazione di alcune tipologie di contributi (perequazioni, incentivi per la qualità, integrazioni tariffarie, ecc) a singoli operatori inadempienti da parte della Cassa conguaglio per il settore elettrico.

Il riferimento è, in particolare, all'invio dei bilanci dettagliati per attività e delle informazioni necessarie per verificare il rispetto degli obblighi in materia di separazione  contabile e funzionale (unbundling). I pagamenti riprenderanno nel momento in cui verranno comunicati i dati.
La sospensione non riguarda i contributi per i quali gli operatori svolgono un semplice ruolo di tramite (ad es. per l'erogazione dei bonus gas ed elettrico).   
Le delibere 41/2012/A/com e 36/2012/E/com sono disponibili sul sito www.autorita.energia.it