Documenti collegati

Atti

Comunicato

Verifica di correttezza dei dati identificativi dei clienti finali nel Registro Centrale Ufficiale (RCU) del Sistema Informativo Integrato (SII)

Avviso alle controparti commerciali e agli esercenti i servizi di ultima istanza nei settori energia elettrica e gas naturale

06 ottobre 2021

Come noto, in attuazione di quanto previsto in materia di riconoscimento automatico dei bonus sociali dal decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, a decorrere dal mese di luglio 2021, con riferimento ai bonus di competenza dell'anno 2021, hanno trovato applicazione le disposizioni funzionali all'identificazione delle forniture elettriche e gas naturale oggetto di compensazione della spesa sostenuta dai clienti finali domestici in condizioni di disagio economico, di cui all'Allegato B alla deliberazione 63/2021/R/com.

Ai fini dell'identificazione delle forniture elettriche e di gas naturale, una delle condizioni per il riconoscimento dei bonus ai clienti domestici in stato di disagio economico, definita nell'Allegato A alla deliberazione 63/2021/R/com, prevede che il Codice Fiscale e il nominativo del dichiarante, o di uno dei componenti del nucleo familiare ISEE presenti nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), debbano coincidere con il Codice Fiscale e il nominativo del titolare del contratto di fornitura per uso domestico corrispondente al punto di prelievo per il settore elettrico o al punto di riconsegna per il settore gas.

Si evidenzia che, nel caso in cui nel RCU i dati identificativi dei clienti finali non siano correttamente indicati, non è possibile procedere al riconoscimento dei bonus. In tale ambito, si ricorda che ciascuna controparte commerciale e ciascun esercente i servizi di ultima istanza è tenuto a popolare e/o aggiornare i dati contenuti nel RCU, assicurandone la corrispondenza con i dati identificativi dei clienti finali utilizzati ai fini della fatturazione e che la presenza in RCU di dati identificativi non corretti costituisce un mancato adempimento alle disposizioni regolatorie in materia di popolamento e aggiornamento dei dati contenuti nel RCU, sulle quali l'Autorità può effettuare attività di ispezione e controllo, nonché avviare procedimenti sanzionatori.

Pertanto, si richiede alle controparti commerciali e gli esercenti i servizi di ultima istanza di verificare che i dati identificativi dei clienti finali utilizzati ai fini della fatturazione, siano coincidenti con i dati presenti nel RCU, come previsto dalla regolazione vigente e di porre in essere qualsiasi azione ritenuta idonea per verificare con i clienti finali la correttezza dei suddetti dati.