Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato

Monitoraggio retail
Elenco soggetti obbligati a partire dal 1 gennaio 2016

comma 3.2 del TIMR

15 ottobre 2015

L'Autorità ha introdotto, con il Testo Integrato Monitoraggio Retail (TIMR), un sistema di raccolta dati funzionale al monitoraggio dei mercati retail dell'energia elettrica e del gas naturale.
Nell'ambito di tale sistema, al  fine dell'identificazione da parte dell'Autorità dei soggetti obbligati a comunicare i dati oggetto del monitoraggio per l'anno 2016 [1], tutti gli esercenti la vendita al dettaglio di energia elettrica e di gas naturale nonché tutte le imprese di distribuzione di energia elettrica e di gas naturale erano tenute a comunicare all'Autorità, entro il 31 luglio 2015, il numero di punti di prelievo e/o riconsegna che alla data del 30 giugno 2015, risultavano rispettivamente forniti e connessi alle reti di distribuzione.

Sulla base delle comunicazioni pervenute, in data odierna l'Autorità ha quindi pubblicato sul proprio sito internet l'elenco degli esercenti la vendita al dettaglio e delle imprese di distribuzione che, ai sensi del comma 3.1 del TIMR, assumono la qualifica di soggetti obbligati relativamente all'anno 2016.
A partire dall'1 gennaio 2016, i soggetti obbligati di cui al precedente elenco sono tenuti a fornire i dati di base, con frequenza temporale, entro i termini e con le modalità indicati nelle schede tecniche di cui all'articolo 4 del TIMR.  




[1] Ai sensi del comma 3.1 del TIMR, assumono la qualifica di soggetti obbligati: 
a) tutti gli esercenti la vendita al dettaglio che forniscono più di 50.000 punti di prelievo e/o di riconsegna;  
b) tutte le imprese di distribuzione di energia elettrica alle cui reti sono allacciati più di 50.000 punti di prelievo; 
c) tutte le imprese di distribuzione di gas naturale alle cui reti sono allacciati più di  50.000 punti di riconsegna.

Tag: TIMR